Io non ho paura! Gestione delle relazioni e prevenzione dei conflitti

DOCUMENTI ALLEGATI
questionario di verifica  questionario di verifica  (74,00 Kb)
in collaborazione con Associazione Servizi per il Volontariato di Modena - Cooperativa sociale Mediando 
 
I conflitti rappresentano un aspetto dell’esistenza di ogni persona, di ogni comunità e sistema sociale, attraversano e contribuiscono a costruire le dinamiche relazionali e di sviluppo individuale di chi li sperimenta, segnano anche in maniera difficile la convivenza con i nostri simili. Il conflitto, banale o importante, comporta emozioni e sentimenti, a volte ingombranti e destabilizzanti. Un percorso sul tema dei conflitti può indicare come non esistano solo reazioni di aggressione, fuga o resa, vittoria e sconfitta, ma sia possibile una terza via alternativa, cioè superare alcuni aspetti negativi per giungere ad esprimere i propri punti di vista e le proprie emozioni, ascoltare le ragioni dell’altro, veder comprese le esigenze di più parti, senza forme di sopruso o prevaricazione. L’obiettivo a cui tendere non è quello di tentare di deconflittualizzare la vita di tutti i giorni, bensì di fornire gli strumenti per gestire il conflitto in maniera più appropriata, piuttosto che quelle distruttive dello scontro nella logica del vincente/perdente.
La formazione si propone di:
- offrire conoscenze teoriche e strumenti specifici sul tema del riconoscimento e della gestione dei conflitti in ambito scolastico, con particolare riferimento ai concetti di mediazione, alfabetizzazione emotiva, gestione delle relazioni, comunicazione e ascolto empatico, prerequisiti indispensabili per poter affrontare i conflitti in un ottica costruttiva e di crescita.
- Offrire conoscenze teoriche e strumenti specifici per riconoscere e gestire fenomeni di prevaricazione, per migliorarne l’individuazione e la comprensione delle dinamiche.
Il corso è caratterizzato da una parte teorica, comune al percorso formativo sulle dinamiche di bullismo e prevaricazione, e da attività di laboratorio specifiche.

Programma
 
Incontri teorici
martedì 7 ottobre 2008
Le buone relazioni sanno mantenersi anche nei conflitti
Daniele Novara – Direttore Centro Pedagogico per la pace e la gestione dei conflitti (CPP), Piacenza
I ragazzi e le ragazze di oggi vivono profondamente le loro relazioni come luogo di apprendimento. Attribuiscono una grande importanza alle emozioni che vivono nei rapporti con gli altri. Soffrono quando queste relazioni non sono adeguate alle loro elevate aspettative. Un processo di alfabetizzazione ai conflitti gestito da adulti educativamente responsabili aiuta i ragazzi a vivere le difficoltà e i blocchi relazionali come momenti di crescita e di scambio reciproco. La capacità di esplicitare i conflitti appartiene a questa necessità socio-affettiva e si sviluppa a partire dal riconoscimento delle proprie emozioni sia di rabbia che di felicità.
Sede: Memo - viale J. Barozzi 172, Modena
 
martedì 14 ottobre 2008
I bulli non sanno litigare
Daniele Novara
Violenza, conflitti, bullismo, aggressività: un’unica marmellata semantica! Possiamo distinguere i fenomeni e trovare strumenti adeguati per ogni situazione? Il conflitto è l’anticamera del bullismo o il suo antidoto? Chi sono davvero i bulli e quali i loro vissuti emotivi?
IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA PER IL SUPERAMENTO DEL BULLISMO.
La tendenza a bypassare il gruppo e ad assumere come docente un modo diretto nella gestione dei disturbi relazionali in classe, impedisce agli alunni di avere un atteggiamento di responsabilità creativa verso i propri conflitti, trasferendo la fatica in processi di apprendimento. L’incontro si propone di fare il punto sulle strategie anti-bullistiche centrate sulla gestione dei conflitti nel gruppo-classe.
Sede: Memo - viale J. Barozzi 172, Modena
 
Incontri di laboratorio
martedì 21 ottobre 2008
martedì 28 ottobre 2008
martedì 4 novembre 2008
martedì 11 novembre 2008
Il laboratorio ha l’obiettivo di far acquisire agli insegnanti alcune competenze di base propedeutiche alla gestione dei conflitti e alla mediazione e far loro sperimentare alcuni strumenti per la lettura dei conflitti che vivono nelle proprie classi, attraverso una metodologia attiva caratterizzata dall’utilizzo di esercizi pratici, giochi di ruolo e simulazioni, che coinvolgono attivamente i partecipanti e che si concludono con momenti di discussione di gruppo.
In particolare verranno affrontati i seguenti temi:
- riconoscimento, espressione e gestione delle emozioni, con particolare riferimento all’emozione della rabbia; distinzione tra pensieri, emozioni e comportamenti;
- lo sviluppo di una buona comunicazione, la comunicazione verbale e non verbale, l’ascolto empatico, il riconoscimento di diversi punti di vista;
- la gestione dei conflitti e la mediazione: comprensione delle dinamiche conflittuali, dei comportamenti aggressivi e violenti e ricerca delle alternative costruttive nella gestione dei conflitti.
Sede: scuola media “Ferraris” - via Divisione Acqui 160, Modena
 
Destinatari: insegnanti di scuola primaria e secondaria di I grado e insegnanti iscritti all'itinerario didattico "Piccoli mediatori crescono"
Durata: 6 incontri di 3 ore, per un totale di 18 ore
Orario: dalle 15,30 alle 18,30
 
N.B. Chi fosse interessato ad iscriversi anche al laboratorio della "Le dinamiche del bullismo e della prevaricazione" può farlo nella scheda di iscrizione on-line
 
Informazioni
Laura Cucconi tel. 059.212003

Ultimo aggiornamento: 05/11/08


Valid XHTML 1.0! Valid CSS! Level Double-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0