La didattica dell'errore. Corso di matematica

in convenzione con le Direzioni Didattiche di Modena

“Gli errori sono necessari, utili come il pane e spesso anche belli”
G. Rodari

"Evitare errori è un ideale meschino: se non osiamo affrontare problemi che siano così difficili da rendere l’errore quasi inevitabile, non vi sarà allora sviluppo della conoscenza. In effetti, è dalle nostre teorie più ardite, incluse quelle che sono erronee, che noi impariamo di più. Nessuno può evitare di fare errori; la cosa più grande è imparare da essi".
K. Popper

Gli errori sono parte integrante del processo di apprendimento/insegnamento ed è impossibile pensare di eliminarli completamente, poiché si inibirebbe il processo stesso dell’apprendimento.
Gli incontri sono volti ad una riflessione sul tema degli errori e su una possibile costruzione di una “didattica dell’errore” al fine di favorire il passaggio da una concezione quasi esclusivamente negativa dell’errore nella scuola come azione da valutare e sanzionare, ad una visione positiva dell’errore come risorsa didattica e fonte di conoscenza.

Destinatari: insegnanti referenti di matematica dei Circoli della città, insegnanti di area matematica che desiderino frequentarlo, previa iscrizione.
Relatore: Franca Ferri – docente coordinatrice del Progetto Matematica
Date: 3 novembre e 1 dicembre 2009; 9 febbraio e 2 marzo 2010
Durata: 4 incontri di 2 ore ciascuno per un totale di 8 ore
Orario: al martedì, dalle 17 alle 19
Sede: scuola primaria “Palestrina” - Via B. Marcello, 51 Modena

Direttore del corso: Luigi Calanchi, dirigente scolastico 10° circolo di Modena


Ultimo aggiornamento: 05/08/09


Valid XHTML 1.0! Valid CSS! Level Double-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0