E' l'ora delle religioni! A scuola con la Bibbia e con i grandi codici

in collaborazione con
CEM Mondialità

Il pluralismo religioso è entrato a tutti gli effetti nella vita quotidiana e nelle esperienze di insegnanti ed educatori della scuola multietnica sotto diverse forme: come generica attribuzione di appartenenza e differenza culturale di alunni e genitori; come conoscenza delle religioni “altre” o “degli altri”; come elemento di connotazione di persone, comunità, paesi e pratiche di vita utilizzato - a volte in modo superficiale o non corretto - in alcune circostanze, quali i dibattiti sui simboli religiosi, alcune prescrizioni, le festività religiose. Il tema è complesso, delicato, ma anche pervasivo e per certi aspetti imprescindibile, assumendo come cornice quanto sostiene l’Osservatorio nazionale per l’integrazione degli alunni stranieri e l’educazione interculturale del Ministero della Pubblica Istruzione nel documento del 2007 “La via italiana alla scuola interculturale”, in cui si legge: “A titolo esemplificativo, in attesa di ulteriori approfondimenti collegati alle Nuove indicazioni e alla revisione dei curricoli della scuola, si segnala la necessità di superare le proposte marcatamente identitarie e eurocentriche nel campo dell’insegnamento della storia, concettualizzando il nesso storia-cittadinanza; di considerare la geografia un’occasione quanto mai privilegiata per la formazione di una coscienza mondialistica; o l’opportunità di allargare lo sguardo degli alunni stessi in chiave multireligiosa, consapevoli del pluralismo religioso che caratterizza le nostre società e le nostre istituzioni educative e della rilevanza della dimensione religiosa in ambito interculturale”.
Sul piano formativo, il progetto E’ l’ora delle religioni! intende pertanto promuovere percorsi di educazione al pluralismo religioso in prospettiva interculturale, anche come educazione alla mondialità, attraverso le seguenti proposte:
  • Alla scoperta delle religioni: Bradford chiama Italia
  • A scuola con la Bibbia e con i grandi codici
  • Scuola e pluralismo religioso

Coordinatore scientifico del progetto: Brunetto Salvarani, Facoltà Teologica dell’Emilia-Romagna, Bologna

A scuola con la Bibbia e con i grandi codici
Obiettivo del percorso: far conoscere il testo biblico, inteso come grande codice (N. Frye) culturale, attraverso una lettura laica e aconfessionale e, contestualmente, promuovere la definizione di un canone interculturale a partire dalla conoscenza delle opere-chiave alle origini di tante diverse culture.
L’articolazione del modulo è semplice: di ogni testo, scelto fra quelli biblici ma anche fra quelli tratti dagli altri grandi codici religiosi dell’umanità, si presenterà innanzitutto la genesi e si illustrerà il contenuto, in modo che ogni alunno venga informato sull’origine, l’identità e gli obiettivi di quell’opera; poi si offrirà un piccolo assaggio attraverso la scelta di un breve brano antologico; infine si indicheranno essenziali riferimenti bibliografici per un approfondimento personale e per continuare la ricerca.

Calendario

Mercoledì 16 marzo 2011
Corano a scuola
Adel Jabbar, Università Ca’ Foscari, Venezia

Mercoledì 30 marzo 2011
Bibbia e cultura a scuola
Mauro Prando, docente e formatore, Rovigo

Mercoledì 6 aprile 2011
A scuola con la Bibbia, il percorso Ministero-Biblia
Paolo Naso, Università La Sapienza, Roma

Mercoledì 4 maggio 2011
Corano a scuola - II parte
Adel Jabbar, Università Ca’ Foscari, Venezia

Durata: 4 incontri di 3 ore ciascuno per un totale di 12 ore
Orario: 15.00 - 18.00
Destinatari: insegnanti di scuole di ogni ordine e grado
Sede: Memo - v.le J. Barozzi, 172

Ultimo aggiornamento: 25/03/11


Valid XHTML 1.0! Valid CSS! Level Double-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0