Verso una didattica inclusiva in matematica

Per “sviluppare i principi dell’inclusione” nel contesto della classe di studenti con difficoltà in matematica, con DSA e, in particolare, con discalculia evolutiva, il ciclo intende proporre esempi di attività didattiche di classe, messe a punto dalle relatrici e dai rispettivi gruppi di ricerca, sulla base dei risultati di alcune ricerche nel dominio della didattica della matematica e nel dominio delle neuroscienze. Tali attività sono state progettate e sperimentate prevedendo l’uso di alcuni strumenti che supportano gli studenti dell’intera classe (non solo studenti con difficoltà o con disturbo specifico di apprendimento), così come l’insegnante, nei processi di insegnamento apprendimento delle nozioni aritmetiche e, in particolare, dei significati matematici soggiacenti a tali nozioni.
Il ciclo si configura in due parti: una più teorica per l’introduzione e inquadramento della questione “difficoltà di apprendimento in matematica” e una seconda parte laboratoriale, suddivisa in due sessioni di lavoro.

Calendario
martedì 21 e 28 ottobre 2014
Inquadramento teorico relativo alla discalculia: come si strutturano e si evolvono i processi normali di computazione e di acquisizione del numero; che cosa è la discalculia e in che senso è un disturbo specifico di apprendimento; come si strutturano e si evolvono i processi normali di computazione e di acquisizione di abilità “geometriche” di gestione della visualizzazione ed elaborazione di immagini nel piano e nello spazio; che cosa è un disturbo non verbale e quali implicazioni può avere nell’apprendimento della geometria.

martedì 11 e 18 novembre 2014
Parte laboratoriale dedicata alle tipologie di intervento didattico:
proposte di intervento didattico; differenze fra attività didattica e attività di potenziamento; strumenti digitali e non digitali per una didattica inclusiva; strumenti e metodi per definire proposte di intervento didattico in presenza di discalculia che possono essere integrati efficacemente nell’attività didattica di classe.
Esempi di materiale per l’attività didattica; quali sono “buoni” strumenti tecnologici e quali criteri di scelta adottare nell’utilizzarli in classe.
In particolare, questa seconda parte sarà declinata prevedendo due sessioni:
- sessione dedicata al “buon avvio” ai numeri all’inizio della scuola primaria, nella quale saranno trattatati esempi di attività potenzialmente utili a prevenire difficoltà nell’aritmetica e diagnosi di falsi positivi ai successivi test di discalculia;
- sessione dedicata ad attività nell’ambito della geometria dinamica, per favorire percezione e dipendenza logica di proprietà di figure geometriche.

È utile portare il proprio P.C. durante le ore dedicate al laboratorio.

Relatore
: Anna Baccaglini-Frank, Università di Modena e Reggio Emilia
Destinatari: insegnanti di di scuola primaria
Durata:  4 incontri da 2 ore ciascuno per un totale di 8 ore
Orario: dalle 17 alle 19
Sede: Memo - viale Barozzi,172 Modena

Ultimo aggiornamento: 03/09/14


Valid XHTML 1.0! Valid CSS! Level Double-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0