Tecnologie digitali per la didattica: code it, make it!

in collaborazione con
MakeitModena – Assessorato Smart City del Comune di Modena

È possibile usare le tecnologie digitali (ICT) in modo creativo, coinvolgente e divertente nella didattica?
La semplicità d’uso dei moderni device (tablet, smartphone) e delle tantissime APP rischia di appiattire le enormi potenzialità creative del digitale banalizzandole e omologandole ad un uso ripetitivo.
Le APP ci lasciano poco spazio creativo, sono pensate per un uso preciso e definito da altri, per essere intuitive utilizzano comportamenti e movimenti ‘standard’, personalizzabili nella forma (sfondo, colore), poco nella sostanza.

La programmazione (coding) invece sviluppa il pensiero computazionale, in altre parole insegna a trovare soluzioni creative ai problemi, un modo di affrontare le cose che può essere applicato a tutti gli aspetti del conoscere, a tutte le materie, non solo a quelle tecniche o matematiche.
Creare un video gioco, un’animazione al computer è certo possibile attraverso la programmazione (il codice) ma implica anche pensare e scrivere una storia, disegnare ambienti, strutturare un sistema di interazione con il giocatore, prendere delle decisioni a livello grafico, inserire musica e suoni, caratterizzare i personaggi, etc.
Le tecnologie digitali non si limitano alla realizzazione di progetti virtuali (animazioni, giochi, programmi interattivi) ma utilizzando ‘microcontrolloti’, sensori e stampanti 3D consentono di creare progetti di microrobotica, domotica e ‘artigianato digitale’, rendendo ‘tangibili’ le nostre idee.
La presenza del Makeitmodena (fablab del Comune di Modena) garantisce non solo competenze specifiche ma anche una sede e delle attrezzature che potranno essere utilizzate nella realizzazione dei progetti elaborati dai diversi istituti.
Scopo di questo corso è fornire informazioni e strumenti per utilizzare le tecnologie digitali in classe in maniera consapevole, critica e soprattutto creativa, applicandole a ogni ambito curricolare: tecnico, artistico, culturale.
Obiettivo non secondario è proporre progetti interdisciplinari che promuovano la collaborazione tra diversi ambiti didattici: lavorare in gruppo, infatti, mette in campo competenze diverse (scrittura, disegno, musica, programmazione) suddivise tra i componenti del team in base ad attitudini e abilità personali: dal musico al team manager.
È un metodo di lavoro inoltre molto ‘social’, caratteristica sempre più apprezzata nella comunicazione tra i ragazzi.

Il corso si articola in tre parti
  • Basi della programmazione
  • Approfondimento di Scratch: un vero linguaggio di programmazione di oggetti in ambiente grafico sviluppato dal MIT ( Massachusetts Institute of Technology) per la didattica informatica. Un approccio divertente e creativo che può essere utilizzato in diversi ambiti, dalla matematica al disegno.
  • Incontri laboratoriali per l’uso di microcontroller, led, sensori, stampa 3D, etc. e per semplici realizzazioni pratiche.
1° modulo
►venerdì 15, martedì 19, mercoledì 20 e martedì 26 gennaio, mercoledì 3 e venerdì 5 febbraio 2016

2° modulo
►venerdì 22, mercoledì 27, venerdì 29 gennaio, martedì 2 , mercoledì 10 e venerdì 12  febbraio 2016

Relatori: Walter Martinelli, Comune di Modena
Gianluca Dallari, CoderDojo Modena

Destinatari: insegnanti di scuola primaria e secondaria di 1° e di 2° grado

Orario: dalle 17 alle 19

Sede: Makeitmodena fablab, via Barchetta 77 Modena

Durata: 6 incontri di 2 ore ciascuno per un totale di 12 ore. Gli ultimi due incontri saranno concordati con i partecipanti.

Numero di adesioni: massimo 20 partecipanti



Ultimo aggiornamento: 29/01/16


Valid XHTML 1.0! Valid CSS! Level Double-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0