La scuola dei figli della lupa

 
Una scuola elementare di provincia, un archivio scolastico e un maestro in pensione con la curiosità di gettare lo sguardo in un passato non troppo lontano: questi sono gli ingredienti che costituiscono la struttura di un volume che è una micro-ricerca sulla scuola fascista.
Un testo scorrevole, senza appesantimenti storiografici, che offre agli insegnanti informazioni di base immediatamente fruibili in classe e gli strumenti per orientare gli studenti verso la conoscenza dei fatti e dei processi storici. Nello stesso tempo cerca di rispondere ad alcune domande su com’era organizzata la vita nelle scuole durante il ventennio fascista, sull’uso della scuola come canale di indottrinamento privilegiato per raggiungere il consenso, sulle forme, i modi, gli strumenti e i risultati che il fascismo ottenne, o s’illuse di ottenere, operando all’interno delle aule attraverso il controllo capillare del lavoro degli insegnanti e i "ritocchi" alla riforma Gentile.
L’utilizzo del materiale documentario presentato, che fa riferimento soprattutto ai registri scolastici e alle "cronache" degli insegnanti, alle pagelle, ai quaderni, ai libri dell’epoca, consente di seguire l’evolversi del processo di fascistizzazione, dentro e fuori dalla scuola, fino al suo crollo definitivo.
Ad integrazione del testo vi è un cd con oltre 100 schede didattiche fotocopiabili, di tipo informativo ed esercitativo, arricchite di numerose immagini e documenti che offrono utili spunti operativi per sperimentare micro ricerche storiche in classe.

G. Malagoli, La scuola dei figli della lupa, 2011, 162 p., € 10,00 

 

informazioni per l’acquisto 

 

Ultimo aggiornamento: 14/03/14


Valid XHTML 1.0! Valid CSS! Level Double-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0