Mercantingioco

mercantingioco…E quando a fine mattina il mercato si svuota e i piccoli venditori se ne vanno alla spicciolata, quello che resta è il senso di uno spazio urbano che, da non luogo senza vocazione territoriale e in grado solo di facilitare la circolazione, si è trasformato in luogo di appartenenza ed in cangiante contenitore delle mille storie di cose e di persone nate dalle relazioni sostenute dal Mercantingioco.
E allora lo spazio del mercatino sembra Eufemia, la città invisibile dove ad ogni solstizio e ad ogni equinozio ci si scambiano le storie e la memoria.

M. Callari Galli, D. Fabbri, M. Dallari, Mercantingioco. Il gioco del vendere, dello scambiare, dell’intrecciare relazioni, Edizioni Artestampa, 2008, € 20,00
 


informazioni per l’acquisto

Ultimo aggiornamento: 16/11/11


Valid XHTML 1.0! Valid CSS! Level Double-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0